Linguaggi

ecco, senti
la mia carne dentro la tua
sudore appiccica le pelli
odore primitivo di animali
corpi che  staccati si richiamano
sicilia e calabria
due braccini tesi
a tenersi,  a respingersi
disperazione
ferocia le ha tagliate
due destini
isola e continente

cosa sogno
col capezzolo fra i denti
vibrazioni
la mia  pancia  sotto la tua
scendi
ad ogni scatto del mio rene
come a cercarsi il fulmine
un giaciglio
ti raccolgo
furia di natura
cresce di violenza il desiderio
si attendono
fantasie solitarie
per graffiarsi e sanguinare
appagate
colme di mancanza

Annunci

Informazioni su nomefalso

Tell people a little bit about who you are
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Linguaggi

  1. Vionne ha detto:

    Si è vero… il desiderio ha sempre in se molta violenza e porta con se graffi e ferite….

    Mi piace

  2. seltre ha detto:

    Mi piace

  3. diLumeriflesso ha detto:

    Eppure tanta passione a me dà un’idea di tenerezza, non di violenza.
    I graffi e le ferite sono ciò che resta e disegna il ricordo su di noi

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...