Pietro Ichino, I nullafacenti

I nullafacenti. Perché e come reagire alla più grave ingiustizia della nostra amministrazione pubblicaA Ichino vorrei dire sì, è vero, son tanti i lavativi del pubblico impiego a fianco dei  tantissimi che lavorano bene. Tanti anche i dipendenti di  aziende private sovvenzionate in parte con denaro pubblico, assunti senza alcuna selezione nè pubblici concorsi. Allora dico, se un privato rischia propri capitali è giusto che si scelga chi vuole nella propria azienda. Ma se l’impresa è sovvenzionata, anche in parte,  con pubbliche risorse o gode di agevolazioni allora l’ente pubblico che paga deve pretendere quantomeno procedure concorsuali  trasparenti per le assunzioni, aperte a tutti i possessori dei requisiti previsti per il profilo professionale necessario. Naturalmente in numero proporzionato al capitale pubblico di cui l’azienda gode. Questo dovrebbe valere per tutte le imprese agevolate con  pubbliche risorse od altri benefici normativi,  dalle testate giornalistiche alle aziende a capitale pubblico, (F.S:. Alitalia, Eni, Enel, ecc) alle municipalizzate, alle aziende che gestiscono il servizio idrico, alla quasi totalità delle imprese italiane, tutte, dico tutte, beneficiate direttamente o indirettamente con  risorse pubbliche, anche grazie a sgravi fiscali. Se è giusto che lo Stato e gli enti pubblici restino fuori dal mercato, è essenziale  che essi si occupino, invece, di scrivere le regole del mercato dove i privati dovranno competere. Tra le regole, appunto, è necessario contemplare quella delle pari opportunità dei lavoratori, almeno in riferimento ai capitali pubblici (di tutti i cittadini) messi nel mercato a beneficio delle aziende private. Quando si parla  di pari opportunità non ci si riferisce solo al contesto uomo/donna ma ad un più generale criterio a garanzia d’una giusta e controllata competizione fra le persone nel mondo del lavoro e delle imprese. Non si può più tollerare che a trovare lavoro, anche quello precario, siano soltanto persone legate in qualche modo ad un partito, ad un personaggio influente nel mondo della politica e della economia. E’ probabile che se i nullafacenti abbondano nell’impiego pubblico come in quello privato il difetto di merito  stia proprio all’ingesso del percorso professionale. Ed  il mondo universitario che Ichino in qualche modo rappresenta, è il più scandaloso rifugio di nullafacenti blasonati artificiosamente con procedure autoreferenziali a dir poco medievali.

Annunci

Informazioni su nomefalso

Tell people a little bit about who you are
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...