Archivi del mese: luglio 2008

Parvenu al cemento. Aperitivo per ciclisti urbani

Dove poggia le zampe l’ebete del terzo millennio, il parvenu, consuma e distrugge. Ora l’ebete arriva a cavallo della bicicletta per consumare e distruggere. Il suo compare gli prepara una colata di cemento e se il parvenu fa in tempo … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Mi abbracciavi come poche volte è accaduto. D’impulso, seguendo una supplica,  nostalgia nel mio sguardo.  Ed io mi accucciavo sul tuo petto a cercare un rifugio dal mondo, spingendo indietro il tempo  fin dove non si può. Poi la sveglia … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Perchè la psicanalisi s’è fatta inchiappettare nell’orgia tra   psichiatria e neurologia? Non le bastava farsi fottere, macchè,  ha dato il culo! Impotenza o meschinità,  di fatto non  ha  sferrato quel gran bel calcione, tipo  Flora Palmieri  che mette K.O. Graziano … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

mai provato a morire? io almeno due  volte senza rinascere mai voli disperati a picco, giù da cieli in tempesta a cieli in tempesta è finita pensavi più giù non si può ormai son morto e poi   ancora un burrone e … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Mo vinco sei sette partite a scacchi di fila  pure se non ci sentiamo?! e che è…

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Uscire  in gruppo per un giro  in bici e poi in sottogruppo andare a pranzo senza invitare gli altri. Leggerezza che  gira in volgarità.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento