a volte mi sento parlare,

guardo vivere questo corpo

nei fantasmi più cari

qualcosa di molto remoto

attraversa generazioni e popoli

arriva fin nelle vene

e circola e mi fa uomo

come fossimo un'unica

grande rete arteriosa

destini interdipendenti

globalizzazione è l'origine

questa qui  da poco giunta

scimmiotta l'originale

è un pernacchio

il giro artefatto di interessi

spacca e divide anche le cellule

è metastasi

sangue marcio da esplellere

in dialisi urgente

Annunci

Informazioni su nomefalso

Tell people a little bit about who you are
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a

  1. duca1degli1abruzzi ha detto:

    Ma non potevamo vivere bene senza globalizzazione?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...