Il programma di Matteo Renzi in anteprima

Matteo-Renzi1

Il programma Matteo Renzi ( @matteorenzi  )in anteprima

1) giovani contro vecchi, meno pensioni ai vecchi, meno diritti ai giovani in cambio di qualche cent in più.

2) svendita beni pubblici e privatizzazione beni comuni

3) investimento in marketing e comunicazione per impadronirsi definitivamente della “narrazione” della realtà che altri creano.

4) abolizione delle province, rielaborazione del concetto di decentramento amministrativo restringendo le istituzioni locali in pochi presidi e pochi rappresentanti muniti di più potere decisionale allargando le materie di competenza: Città metropolitane e municipi ed abolizione delle regioni. Poi per realizzare una TAV, una strada, un piano urbanistico che riguarda milioni di persone sarà sufficiente una maggioranza di consiglieri metropolitani contata sulle dita di una mano rispetto a centinaia di mani e migliaia di dita ora necessarie. La strozzatura democratica è necessaria ad una ripresa economica che fa del degrado paesaggistico ed ambientale e della cementificazione il fulcro del suo successo. In Europa si vorrebbe adottare la stessa strategia in modo che un numero sempre inferiore di persone presiedano le istituzioni decisionali, munite di poteri sempre maggiori. L’antidemocrazia istituzionale (soft, s’intende , perché deve convincere) è imposta dall’antidemocratica distribuzione della ricchezza , sempre più piramidale concentrata al vertice nell’ordine dell’80% , nelle mani di una popolazione pari al 10%. Questo in occidente. In altre aree del mondo la misura si staglia al 99% nelle mani dell’1%. L’attuale crisi economica, gestita con le politiche di austerità che vede nel cemento, nelle grandi opere e nell’aggressione ai beni comuni ed al territorio l’unica speranza di ripresa, destina l’Europa (forse gli USA rallenteranno questo processo in virtù dell’intervento diretto dello stato a sostegno della economia reale e non del sistema finanziario) ad assumere progressivamente discrasie economiche da paesi poveri , con inesorabili esiti nella diseguaglianza sociale e nella protervia istituzionale. Istituzioni sempre più rappresentative delle piccolissime percentuali di popolazione che detiene ricchezza ma che governa le comunità, gli Stati.

Annunci

Informazioni su nomefalso

Tell people a little bit about who you are
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...