La grande bellezza. Il film che nessuno ha visto

qualcosa rinvia a “Caos calmo” e non solo la sfilata di miseria umana . Se lì c’è una panchina come artificio letterario a tenere assieme tutti, qui sono le radici perse a consegnarli alla disperazione. Radici di cui la “santa” suor Maria si nutre. Unico personaggio a vivere il dolore degli altri ed il proprio in una sola vita. L’unica ad avere un contatto così intimo con la terra da essere intollerante ad ogni diaframma che le separi. Maria che striscia sui gradini come fosse una sposa felice sulla stuoia nuziale.
Poi l’ultima battuta “io mi nutro i radici” e “conosco i nomi di nascita di tutti questi uccelli”. Molti personaggi, vite disperate sotto il profilo psicologico, hanno tagliato i ponti con le loro radici. Quest’assenza nelle loro storie segna un vuoto tremendo che non gli consente di recuperare una vita sentimentale , trasformando l’esistenza in finzione, in un eterno, patetico luna-park. Recuperare le radici non è tanto il ritorno in un luogo (come pure fa verdone, sconfitto) e neppure in una ormai inesistente situazione familiare, quanto elaborare un’assenza , farne il lutto, riappacificarsi col proprio passato. Jep può ricominciare a scrivere solo dopo essersi riappacificato col ricordo di lei , perdonato a se stesso l’atto mancato che gli segnò l’esistenza. E’ lì, nella riappacificazione col passato-radici, ” la grande bellezza”

Annunci

Informazioni su nomefalso

Tell people a little bit about who you are
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a La grande bellezza. Il film che nessuno ha visto

  1. nomefalso ha detto:

    In verità ho telefonato a #Sorrentino il quale ha escluso che questa interpretazione abbia qualcosa a che fare col film che lui ha voluto. Poi il suo portavoce aggiunge che l’opera d’arte, una volta compiuta, esula dalle motivazioni e dalle intenzioni dell’artista e si consegna all’immaginario dell’osservatore. E per questa via diventa patrimonio dell’umanità.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...