Interruzione volontaria della gravidanza – L. 194/78

Spesso sentiamo parlare  dell’obiezione di coscienza in relazione alla IVG,  come fosse una prerogativa al di sopra della legge. L’uso che sempre più  spesso se ne fa è di comodo  (molti obiettori praticano l’aborto a pagamento in strutture private) e si potrebbe definire sotto il profilo linguistico “abuso semantico” .

Una interessante riflessione sul tema è proposta da Maurizio Mori è ordinario di bioetica, Università di Torino, presidente della Consulta di bioetica onlus  cui fa eco il bel libro “La lobby d Dio  ” di Ferruccio Pinotti di cui si propone una presentazione in diapositiva ed un’altra in video 

Annunci

Informazioni su nomefalso

Tell people a little bit about who you are
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...