Per Andrea Scanzi

scanzi

Caro Scanzi ,

proprio mentre tenti di mettere in luce stereotipi e banalità, vi inciampi in modo impietoso.

Sono un elettore M5S perché avevo da tempo maturato molte delle posizioni su temi economici ed ambientali, assunte poi dal movimento. Non mi ha abbagliato la comicità di Grillo, per intenderci. Condivido quasi tutto  ciò che afferma Rodotà (sono contro l’uscita dall’euro e a favore di un’Europa politica – più Europa)  e credo che Landini faccia benissimo a rivendicare la centralità di un sindacato democratico , partecipativo e rappresentativo ma che sbagli nell’invocare aiuti di stato in settori industriali strategicamente perdenti.

Credo che la ripresa economica e le sue regole facciano a pugni con la scarsità delle risorse energetiche, alimentari, ecc. La questione del “Limite”  – (Latouche, Bauman, ecc) è la vera, unica grande questione. Il M5s,  con tutti i suoi difetti , ha centrato questo dato, forse anche  involontariamente : Ripresa economica non vuol dire necessariamente più benessere ma solo più richiesta di ore di lavoro, sempre meno protette e pagate. Non lo dice Grillo ma Thomas Piketty, fra i tanti.

Penso che il lavoro – così come va strutturandosi – rischi di non garantire più una “vita dignitosa” . Quindi è necessario un sostegno universale al reddito, ai giovani, alla vecchiaia. “Ce lo chiede l’Europa” – Raccomandazione 92/441  –  fra l’altro. E’ necessario un unico welfare di sostegno .  Lo scrivo qui 

Il superamento dell’antica geometria politica Destra/Sinistra,  è al centro di un dibattito ad alti livelli sociologici e filosofici. Chi tenta di coniugarlo con la grammatica del populismo, è  qualunquista o semplicemente poco attento .

Ne discutono Bauman, Castells, Back, Cacciari ed altri  che Marco Revelli analizza nel suo “Post-Sinistra

Anche io ho dubbi sul rifiuto  dell’offerta di  Michele Emiliano – Regione Puglia –  di affidare l’assessorato all’ambiente  ad Antonella Laricchia . Ma ci convivo.

In quella guerra rancorosa tra grillini e civattiani di cui narri, non mi ci rivedo. E dirò di più: Ho sempre trovato un po’ volgare l’appellativo “grillino”  quanto “rottamare” , “riciclare” ed altri conii  giornalistici.

Ma il giornalista, si sa, ha licenza linguistica anche oltre la decenza umana.

Perchè nel mondo stereotipato la parola è sua. Sua la narrazione della realtà. Così  come la legge è di proprietà  dell’evvocato mentre  i cittadini degradano   a utenti di servizi. O a clienti.

Mi spiace dirtelo, Scanzi, hai forato

Annunci

Informazioni su nomefalso

Tell people a little bit about who you are
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...