Grillino a chi?

Perchè vi lasciate chiamare grillini? Perché non sottolineate mai questo abuso lessicale offensivo? Lo sapete che la dignità delle persone passa in prima istanza dalla parola? Ricordando quella scena di “Palombella rossa ” di Nanni Moretti  verrebbe da dire:  ” Ma come parli Alberto Selvaggi? ” 

Grillino è un’offesa proferita da chi è così tanto ignorante da essere in buona fede . 

A parte la brutta ironia da ebete dell’angolo legata al nomignolo, nel linguaggio di chi lo usa, vorrebbe significare:  

–  Chiunque voti o abbia votato M5S , pende pedissequamente dal verbo di Beppe Grillo.

– Privo di antonimia critica.

– Privo di una propria visione del mondo e della politica.

Loro dentro “grillino” ci infilano il peggio del vocabolario populista, corrompendo l’immaginario collettivo,  in modo che alla fine risulti:

“Sì ok, Antonella Laricchia è brava, traduce a menadito il verbo Grillo sul territorio. Ma chi l’ha votata? Sono Grillini, fanatici, esaltati e inferociti dai codici dell’antipolitica. Gentuccia che sta al mondo per seguire un capo, che se non gli indichi la strada non sa  dove andare, che se non fosse così incazzata potrebbe votare tanto Matteo Renzi quanto Berlusconi, passando per Casini, Azzolini e rime diffuse”.

Questa gente, questi giornalisti,   protetti da albi professionali   che garantiscono  lavoro, che vive nello stesso  medioevo in cui un farmacista ed un notaio hanno il futuro assicurato per legge e sfuggono alla libera concorrenza che ormai affama i più e drena diritti a tutti. . Questa gente deve rispetto a quegli elettori che non stanno in fila per un incarico, un posto di lavoro, un favore per sè , mogli, amanti, compagne, per gli amici e per i figli. Questa gente si è svezzata nel brodo culturale dell’appartenenza più che del merito e da quell’altezza butta immondizia mascherata da brutta ironia.

Questa gente deve imparare l’ABC delle relazioni umane , della correttezza del linguaggio.

La stessa delicatezza nell’uso di termini come “rottamare”, riciclare”,  riferiti alla persona.  La stessa, identica sommaria ignoranza. Sono i nazisti del linguaggio.

Perchè la persona, al contrario della bestia, vive nella parola. Nella sua e in quella dell’altro. 

Annunci

Informazioni su nomefalso

Tell people a little bit about who you are
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Grillino a chi?

  1. Pingback: Per Andrea Scanzi | scrivereinrete

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...