Merito e appartenenza. Da Lutero a Lacan, passando per Max Weber. Il caso clinico italiano.

etica-protestante

In “L’etica protestante e lo spirito del capitalismo”, Max Weber analizza la nuova funzione sociale del lavoro introdotta da Calvino, quale conseguenza direta.anchorchè non prevista dalla  Riforma protestante voluta caparbiamente da Lutero.

Weber deve coniare il termine “Beruf” per decifrare con più precisione il nuovo significato del lavoro che trascende la sua dimensione immanente e si fa assieme etico e spirituale.

Il rapporto con Dio diventa diretto, senza interposizione di organi ecclesiastici. Il merito del credente sarà adesso riscontrabile nel valore sociale della propria attività, della sua professione. Il successo, benché rimesso alle capacità del singolo, diviene anche il “segno del Signore” per la salvezza della sua anima. Egli riuscirà a realizzarsi nella società per il proprio “merito” e la sua altezza morale non lieviterà più grazie alla la mera osservanza di precetti, per la sua fede, per la sua dimostrata “appartenenza”, com’era e resterà nella dottrina Cattolica.

La salvezza del singolo d’ora in poi è rimessa nelle proprie mani. In questa nuova dimensione del lavoro, Weber individua anche lo spirito stesso del capitalismo che s’incentra nel merito e nella promozione sociale, nel saper realizzare la propria vocazione. Qui il capitalismo non viene declinato nell’accezione negativa del consumismo, nell’esaltazione della merce-feticcio o foriero di una società che gira attorno alla ragione economica. Piuttosto si inaugura un capitalismo connotato dalla sua funzione immanente ed assieme spirituale.

Nasce l’individualismo religioso e, proprio per questo, anche spirituale ed etico. Lo spirito del capitalismo weberiano è sicuramente centrato nella condotta del singolo che porta vantaggi all’individuo. Ma in quanto riconosciuta buona anche da Dio, deve ritenersi buona per l’intera società. Individuo e collettività vengono riunificati. Nella“vocazione” realizzata dal singolo, sta anche la promozione sociale del sé a beneficio dell’intera società.

Un passaggio che riporta alle fondamenta della Polis greca, in cui un’azione veniva considerata “buona” ed era promossa dagli dei se produceva contemporaneamente beneficio al singolo ed alla società.

Dunque, nella condotta cattolica costruita sulla “osservanza” e sull’appartenenza , il protestantesimo calvinista irrompe con lo statuto del singolo, centrato sui meriti sociali, intesi quali segni premonitori della sua predestinazione al Regno dei cieli.

Allo stesso modo Jacques Lacan entra a gamba tesa su Freud. Sottraendo il desiderio dall’incastro tra legge edipica, frustrazione ed infrazione, lo consegna al difficile lavoro di umanizzazione, contrassegnato dal carico di responsabilità.

Il desiderio realizzato, per Lacan, non è la legge infranta ma la vocazione costruita e giocata tra le righe della legge. Il desiderio non si realizza contro la legge ma dentro i suoi limiti.

La responsabilità del soggetto lacaniano non è mai trascesa, elusa, neppure di fronte alle violenze patite, ai soprusi vissuti. Non c’è sconto né pietismo. Cosa farai del tuo dolore, della tua sofferenza?

Quella vocazione, “ Beruf” con cui Weber sintetizza la rivoluzione culturale calvinista, non è una condotta gratuita caduta dal cielo e priva di costi. Anche in Weber, senza la responsabilità individuale e la presa in carico della propria funzione, il soggetto è perso, la vocazione non si realizza.

E’ qui il senso forte del “merito” tanto nel soggetto weberiano quanto in quello lacaniano, contrapposti al soggetto freudiano ed a quello cattolico. Il primo contraddistinto dalla infrazione alla legge, il secondo dall’appartenenza fedele.

Dunque, il nord Europa prenderà una strada molto diversa dai paesi del Sud, i quali resteranno legati al concetto di appartenenza anche dopo la “Controriforma”. La conservazione del forte senso di appartenenza di origine religiosa, condizionerà tutta la cultura sociale, economica, politica e burocratica delle società del sud Europa. Non ci sarà nulla all’interno di esse che non s’informi al senso di “appartenenza”. 
A Nord ci si afferma per merito, a Sud per appartenenza.

In questo percorso storico-culturale, nato da una scissione di carattere religioso, affondano le radici della crescente diseguaglianza dei popoli dell’Europa meridionale.

Veniamo all’Italia. I segni della radicalizzazione dell’appartenenza sono ancora leggibili nella struttura sociale familistica e corporativa che contraddistingue l’organizzazione dei presidi istituzionali delle attività più qualificate. Dagli Ordini professionali alle Università, dall’alta burocrazia all’informazione, tutto si struttura dentro reti di appartenenza: politica, familistica, amicale, religiosa.

Una struttura istituzionale in cui il management viene selezionato soprattutto per “appartenenza” e fedeltà, inevitabilmente irradia nelle maglie delle attività economiche e finanziarie conseguenze che mortificano il merito, ammorbando come un cancro la libera concorrenza fra imprese e fra professioni.

Se l’“ascensore sociale” si blocca, non è solo a causa della ricchezza che si concentra nelle fasce sociali più alte. Non è soltanto la conseguenza di politiche economiche sbagliate.

Nei paesi del sud Europa la ricchezza si concentra molto più che a Nord, proprio per la duplice azione corrosiva: politiche economiche e fiscali sbagliate ed organizzazione economico-sociale strutturata per appartenenza a caste. A Gilde medievali.

Annunci

Informazioni su nomefalso

Tell people a little bit about who you are
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...